Scegli la tua Cult City e inizia la tua visita

Bergamo
Prima città
Seconda città
Terza città
Quarta città
Quinta città
Sesta città
Decima città
Nona città
Ottava città
Settima città

LA VIA FRANCIGENA NELL’OLTREPO’ PAVESE

 

 

Viaggiare lentamente, per assaporare meglio il viaggio. Percorrere la via Francigena e scoprire la storia, la cultura, la gastronomia dei territori. Lasciare che i paesaggi si raccontino davanti agli occhi e sulla tavola: gustiamoci il tratto della via Francigena che attraversa l’Oltrepò pavese.

 

Ore 12.00
Robbio

La nostra esplorazione inizia sulla tavola, alla scoperta dei sapori delle terre della Lomellina. Prima di imboccare a piedi la via Francigena, facciamo tappa al ristorante AntoeRobi, un locale piccolo e accogliente immerso tra le risaie che, col suo menù tradizionale e le proposte di mare, svela al palato una inaspettata varietà di sapori. Nel calice, un bicchiere di pinot nero vinificato in bianco, una interpretazione del classico dell’Oltrepò prodotto da vigneti di Pinot Nero e Chardonnay.  

 

Ore 13.30
Mortara

Ripartiamo da Robbio e percorriamo il primo tratto della via Francigena per tre ore e mezza fino a Mortara, piccolo Comune immerso nella campagna rurale. Qui possiamo ammirare la Basilica trecentesca di San Lorenzo, ricchissima di tesori artistici, e l’antica Abbazia di S. Croce. La cultura rurale e la cucina ecumenica si esprimono al meglio a tavola, sulla quale non può mancare il salame d’oca di Mortara, eccellenza locale dal sapore dolce e delicato già diffusa nel Quattrocento.

 

Ore 08.00
Dorno

Un percorso di quattro ore e mezza attraverso la campagna della Lomellina ci consente di gustare il panorama in evoluzione, tra vaste pianure e colorate distese coltivate. Arriviamo fino a Dorno, dove ci aspetta la prossima tappa: l’agriturismo Fiocca. Dagli antipasti a base d’oca alle sue carni affumicate, fino ai risotti con ingredienti di stagione, la tavola è ricca dei sapori più tradizionali: qui conosciamo il volto più genuino della Lomellina e della sua cultura gastronomica.

 

Ore 16.00
Riserva San Massimo

Esploriamo l’identità più libera e naturale della Lomellina orientale, con una visita alla Riserva San Massimo, nel parco del Ticino. Qui, immersa tra le risaie, si trova un’oasi di biodiversità dall’incredibile ricchezza. Terra e acqua si incontrano in armonia, tra distese, risorgive e fontanili che creano l’habitat ideale per piccoli animali e stupendi daini che non di rado possono essere scorti all’interno del parco.

TI POTREBBERO PIACERE ANCHE...

Oltrepò pavese / Filetto di trota del Parco del Ticino

Togliere la pelle ai filetti, possibilmente tenendola integra, salare e pepare, spargere sul filetto qualche foglia di…

Scopri di più
Oltrepò pavese / Itinerario del vino

Tra dolci colline e lunghi filari, nell’Oltrepò pavese nascono eccellenze da gustare…

Scopri di più
Oltrepò pavese / Le vie del Varzi

Il salame di Varzi è un’eccellente salame crudo a denominazione protetta, uno dei salumi più importanti della Lombardia. Varzi…

Scopri di più

SAPORE/ Organizza il tuo viaggio

Sapore/ Marchesi
Viaggio tra Arte e Gusto con Gualtiero Marchesi #inLombardia

Sapore/ Magazine
Alla scoperta di itinerari, sapori, chef e territori #inLombardia

Sapore/ Eventi
Festival del gusto, rassegne, eventi, sagre

Questo sito utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza sul nostro sito. Se desideri saperne di più clicca qui.
Se chiudi questo banner acconsenti all'utilizzo dei cookie.
X